Clearwater International ha agito in qualità di advisor finanziario degli azionisti di Mieci ed Evolve nella cessione delle quote di maggioranza a Snam.

Clearwater International ha agito in qualità di advisor finanziario degli azionisti di Mieci ed Evolve nella cessione del 70% delle quote a Snam.

Snam, attraverso la propria controllata al 100% Snam4Efficiency, ha siglato un accordo per acquisire il 70% delle quote di Mieci SpA ed Evolve Srl, due società attive nel settore dell’efficienza energetica in Italia che hanno generato nel 2019 ricavi complessivi per 60,5 milioni di euro e un EBITDA pari a 11,8 milioni di euro.

Fondate alla fine degli anni '90 e con sede a Milano, Mieci ed Evolve operano quali Energy Service Companies (ESCo) fornendo servizi tecnologici nel settore dell'efficientamento energetico in Italia.

Mieci è un operatore specializzato nella gestione di servizi energetici e tecnologici integrati per ospedali e immobili della pubblica amministrazione, per il settore terziario e per l’illuminazione pubblica.

Evolve offre soluzioni di efficientamento per condomini privati, distretti urbani e per l’edilizia residenziale pubblica.

Questa iniziativa fa parte del piano strategico di Snam volto a facilitare la decarbonizzazione e un migliore utilizzo dell'energia nelle aree in cui opera attraverso lo sviluppo di nuovi business nell’ambito della transizione energetica. Con il progetto Snamtec, avviato nel 2018 e incrementato nel Piano 2019-2023, Snam ha impresso una forte accelerazione agli investimenti per la transizione energetica, puntando su iniziative di tecnologia, innovazione, ricerca e sviluppo a supporto delle grandi reti nazionali e internazionali e dei business della green economy, come la mobilità sostenibile, il gas rinnovabile, l’idrogeno e l'efficienza energetica.

Questa partnership consentirà a Mieci ed Evolve di accelerare il processo di crescita nel settore dell'efficienza energetica in Italia, sviluppando soluzioni innovative e servizi tecnologici sia per edifici residenziali e commerciali sia per la pubblica amministrazione.

La conclusione dell’operazione è prevista entro la fine di ottobre 2020 ed è soggetta all'ottenimento dell'autorizzazione da parte dell'autorità italiana garante della concorrenza.